Assistenza Sanitrit Monza

Questa scheda è stata visualizzata 28 volte
Assistenza Sanitrit Monza
User Rating: 5 (1 votes)

Il sanitrit è il famoso gruppo trituratore-pompa che tramite Assistenza Sanitrit Monza   molti di voi avranno sentito nominare  magari qualcuno per averlo installato a casa.

Si tratta di un apparecchio elettromeccanico delle dimensioni di una piccola valigetta che, posto dietro al WC tradizionale o comunque nelle sue vicinanze, raccogliendo gli scarichi di tutti i sanitari triturandoli e pompandoli, anche in verticale ed in tubi di sezione ridotta, consente di realizzare dei bagni in punti anche molto distanti dalla colonna di scarico “vera”, avendo anche la possibilità di realizzare tratti in orizzontale (o quasi) a soffitto.

Il sistema ha, appunto, l’innegabile vantaggio di “svincolare” la distribuzione e la collocazione dei bagni dall’effettiva posizione della colonna fecale, ma come tutte le cose ha anche degli svantaggi. Dato ch e in diversi cantieri ho fatto installare questo sistema ritengo di avere una discreta esperienza sull’argomento, e voglio condividere alcune considerazioni ed alcuni “tips and tricks” con tutti voi.

Anzitutto cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando: premetto che il mio blog non vuole essere e non sarà mai una vetrina commerciale, ma a volte è indispensabile linkare alcune aziende in modo esplicito e diretto.

Questo è uno di quei casi. Linko quindi il sito del produttore “ufficiale” di sanitrit ovvero l’azienda che per primo sel’è inventato e che detiene (credo) il brevetto, ma va detto anche che non è lunica a produrre tali apparati sul mercato e, per dovere di completezza, vi segnalo anche i prodotti della Pentair.

Sostanzialmente si tratta, appunto, di un sistema per realizzare bagni o cucine lontano dalla colonna di scarico, mediante un serbatoio di raccolta cui far arrivare le tubazioni di scarico del bagno e nel quale i liquami vengono pompati ma anche triturati

in questo modo il liquame può essere evacuato attraverso un tubo di sezione molto ridotta (32mm, contro i 90mm minimo che deve avere il solo scarico del wc) ed anche per brevi tratti in verticale (fino a 4mt, non molto ma comunque sufficiente per un impianto in un appartamento) così da poter nascondere il tubo di scarico anche in un controsoffitto

Nella foto sopra trovate un pimo esempio di impianto realizzato in uno dei miei cantieri: si tratta di un sanitrit che è concepito per essere installato dietro al vaso, ma che qui è stato invece posizionato in una nicchia limitrofa.

Nella foto sono evidenziate alcune lettere che corrispondono a diversi elementi dell’impianto: con A è evidenziato lo scarico del WC che, dal bagno del locale accanto, porta lo scarico nel sanitrit;

con B è indicato invece il condotto di scarico in uscita dal sanitrit: notate intanto la differenza tra la dimensione dello scarico WC “originale” e quello dello scarico dopo la triturazione; con C è indicato lo scarico del lavabo. In questa installazione, il condotto di scarico del sanitrit passa a pavimento, nello spessore del massetto.

I vantaggi di un sistema come questo credo possano essere sotto gli occhi di tutti, mentre invece quello che può non apparire ad una prima vista sono gli svantaggi (onde evitare fin da subito contenziosi con l’impresa che lo commercializza, specifico fin d’ora che io, come tecnico, sono il primo che spesso consiglio e/o benedico l’installazione di questo apparecchio che risolve diversi problemi non facili da risolvere altrimenti.

Visita il nostro sito –> https://www.assistenzasanitrit-milano.it/

Tel: 0238093736

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*